NOTIZIE IN EVIDENZA

Dadone: sì a obbligo servizio civile universale in estate

L'alternanza scuola/servizio civile aperta ai ragazzi tra i 16 e i 17 anni e il voto ai sedicenni a partire dalle elezioni amministrative sono stati i temi al centro dell’incontro promosso da Vita e Avvenire. Hanno partecipato il presidente di Terzjus Luigi Bobba, il segretario del Pd Enrico Letta, la ministra Fabiana Dadone, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’onorevole Maria Teresa Bellucci e il demografo Alessandro Rosina

Continua a leggere

Antonietta Nembri, www.vita.it
Arrestati dieci ammiragli critici di Erdogan

Gli ufficiali in pensione avevano sottoscritto una lettera contro l'ambiziosissimo progetto 'Canale Istanbul' voluto dal presidente turco, che intende aggirare il Bosforo con l'apertura di un nuovo collegamento marittimo tra Mar Nero e Mar di Marmara. Secondo Ankara il documento "evoca un colpo di Stato"

Continua a leggere

Luigi Conte, www.agi.it
Muslims, Christians Critic of the French Law on “Separatism”

The amendment battle about the French draft law on “separatism,” which would reform after more than 100 years the French legislation on religion, has moved from the Commission on Laws to the Senate floor. The good news is that some of the worst amendments we discussed in a previous article have been either rejected or withdrawn. The Senate has rejected Amendment 178 by Senator Valérie Boyer, which tried to reintroduce the possibility of a swift administrative dissolution of associations, including religious associations, that violate “human dignity,” “freedom of conscience,” or use techniques of “psychological pressures,” after a similar provision, included in the original draft and obviously aimed at groups labelled as “cults” (sectes), had been eliminated by the government following the criticism by the Council of State.

Continua a leggere

Massimo Introvigne, bitterwinter.org
Venezuela - La crisi ha prodotto più rifugiati che in Siria, ma non se ne parla. 5.000 sfollati al confine con la Colombia

Le azioni militari, iniziate dieci giorni fa sul versante venezuelano di Apure, sono ancora in corso e tante famiglie continuano a scappare verso la Colombia. Intersos: «La crisi venezuelana ha finora prodotto più rifugiati di quella siriana ma non se ne parla»

Continua a leggere

Marta Serafini, www.diritti-umani.org
Ecco a voi l'uomo che ha piantato con le sue mani 50.000 alberi e ora vive nella sua stessa giungla

Quando, nel lontano 1973, Antonio Vicente acquistò e iniziò a rimboscare circa 30 ettari di pascoli in una regione desolata a 200 km da San Paolo, in Brasile, tutti lo presero per pazzo. Ragionando in una chiave di spesa e ricavo, tutti i suoi conoscenti ritenevano assurdo piantare alberi che avrebbero dato i loro frutti non prima di una ventina d'anni.

Continua a leggere

Marco Renzi, www.curioctopus.it
Tigray, la guerra non è finita

La guerra in Tigray non è finita. Sul terreno continuano, anche se sporadici, i combattimenti tra i soldati dell’esercito federale etiope e i miliziani del Fronte popolare di liberazione del Tigray (Tplf). La situazione umanitaria, secondo l’Onu, è “disastrosa” e richiede interventi urgenti.

Continua a leggere

Enrico Casale, www.africarivista.it
Carneficina in Myanmar: le vittime della repressione salgono a 564

Sono salite a 564 le vittime della repressione delle proteste in corso in Myanmar contro il colpo di Stato militare dello scorso primo febbraio, con sei persone rimaste uccise lo scorso fine settimana. Lo riferisce l’Associazione per l’assistenza ai prigionieri politici, secondo cui tra le vittime vi sono 47 bambini.

Continua a leggere

Redazione Agenzia Nova, www.nova.news
Mozambico, il paese che combatteva la dittatura portoghese si arrende all’ISIS e alle multinazionali del gas

Quello che sta accadendo in Mozambico è la punta di un iceberg. E così, come spesso accade, la realtà è più complessa del singolo o dei singoli eventi. E per cercare di capirla bisogna andare verso il fondo. Negli ultimi giorni sono arrivate notizie terrificanti da questo paese: attacchi jihadisti a Palma nella provincia di Cabo Delgado, civili e anche bambini uccisi brutalmente, gente che scappa per trovare rifugio dalla furia mortale di uomini armati che non mostrano pietà per nessuno. Tutto questo non accade all’improvviso.

Continua a leggere

Antonella Sinopoli, www.valigiablu.it
"A Tunisi la rivoluzione continua. Donne e comunità Lgbt sono in prima linea"

Intervista a Henda Chennaoui, attivista tunisina: "Stessi metodi di repressione di prima. Hanno la consapevolezza che se ci uniamo tutti il movimento diventa storico"

Continua a leggere

Giuseppe Acconcia, www.huffingtonpost.it
Suicidi e la piattaforma Tik Tok: che pensare?

Parlare di un suicidio, anche per chi è diversamente empatico come me, è davvero difficile. Ma ci sono un po' di punti che non vedo trattati altrove e che mi sento di dover alzare all'attenzione. Cosa ci faceva sui Social? E perché nessuno ha fatto niente? E invece di colpevolizzare i Social o i genitori, siamo sicuri che la colpa non sia altrove e molto, molto più vicina a noi?

Continua a leggere

Matteo Flora, www.facebook.com
LETTURE CONSIGLIATE

A tu per tu con il mondo. Educarci al viaggiare interculturale nel tempo dei muri

2020

Giuseppe Milan

Continua a leggere


L’ombra del nemico. Una storia del terrorismo islamista

2020

Marta Serafini

Continua a leggere


Arabpop. Arte e letteratura in rivolta dai paesi arabi

2020

a cura di Chiara Comito e Silvia Moresi

Continua a leggere


La Fila

2018

Basma Abdel Aziz

Continua a leggere


Gli impuniti

2018

Carla Del Ponte

Continua a leggere


LA RETE

L'associazione "Incursioni di pace - Rete Progetto Pace Vicenza", nasce dall'iniziativa di un gruppo di docenti, studenti ed ex studenti dei seguenti Istituti Superiori dell'Ovest Vicentino
Continua a leggere