NOTIZIE IN EVIDENZA

Migranti: tutta la disinformazione politica del 2020

Il 18 dicembre il Senato ha approvato in via definitiva la conversione in legge del decreto “Immigrazione”, con cui il governo Conte II ha modificato – e non «cancellato definitivamente», come ripetono alcuni del Pd – una parte delle misure introdotte dai due decreti “Sicurezza” fortemente voluti dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini durante il precedente governo Conte I.

Continua a leggere

Redazione Pagellapolitica.it, pagellapolitica.it
Iraqi activist shot dead by masked gunmen in Baghdad

An Iraqi anti-government protester was shot dead in east Baghdad by masked gunmen on Tuesday evening, according to a security source, a medic and an activist network. Salah al-Iraqi was well-known for his active role in the rallies that erupted in Iraq's capital and the Shia-majority south last year, slamming the government as corrupt, inefficient and beholden to neighbouring Iran. Iraqi was killed in the capital's Baghdad al-Jadida district, according to a medic, a security source and the Iraqi Network for Social Media (INSM), a collection of activists who reported on the protests and their aftermath.

Continua a leggere

The New Arab Staff & Agencies, english.alaraby.co.uk
Turchia, nuove condanne per il golpe del 2016

Nell’estate del 2016, in Turchia andava in scena un tentativo di colpo di Stato con l’obiettivo di rovesciare il presidente Recep Tayyip Erdoğan. Quell’azione fallì e fu seguita da una repressione durissima, che ha portato a decine di migliaia di licenziamenti, migliaia di arresti e a una più generale stretta sulle opposizioni politiche.

Continua a leggere

riforma.it
China using facial recognition, big data to track and detain Uighur muslims

China is using facial recognition technology and a big-data program to select Uighur Muslims for detention, new reports have revealed. The data is used to flag behaviours, including wearing the Islamic veil, studying the Quran, or travelling to Mecca for pilgrimage, according to a Human Rights Watch report on Wednesday. The rights watchdog said it obtained a list of more than 2,000 detainees in Xinjiang's Aksu prefecture which showed how Beijing "arbitrarily selects" candidates for arrest.

Continua a leggere

The New Arab Staff, english.alaraby.co.uk
Accordi con Israele: questa volta tocca al Marocco

Il Marocco stabilirà relazioni diplomatiche con Israele. L’accordo è stato mediato ancora una volta dagli Stati Uniti, che in cambio hanno riconosciuto la sovranità di Rabat sul Sahara occidentale, un territorio conteso con il Fronte Polisario, sostenuto dall’Algeria, e dove il mese scorso si erano verificati degli scontri. Il Marocco è il quarto Paese arabo che quest’anno ha normalizzato i rapporti con lo Stato ebraico dopo Emirati Arabi Uniti, Bahrein e Sudan. L’iniziativa rientra negli accordi di Abramo, e, oltre alla riapertura delle ambasciate e alla ripresa dei voli tra Rabat e Tel Aviv (interrotti nel 2000 al tempo della seconda Intifada), sono previste misure di cooperazione economica e securitaria.

Continua a leggere

Alessandra De Poli, www.oasiscenter.eu
India's 'Love Jihad' law: The BJP's latest weapon against Muslims

"My life is at ground zero. I have suffered for so long," laments 30-year-old Muhammed Reyaz, a Muslim from the south Indian state of Kerala. On 8 November 2017, a news report on Asianet News, one of the most popular television channels in Kerala, reported a case filed in the southern state's High Court accusing Reyaz of forcefully converting a Hindu woman to Islam and conspiring to traffic her to the Islamic State (IS) in Syria.

Continua a leggere

Hanan Zaffar and Shaheen Abdulla, english.alaraby.co.uk
Emirati: celebrato il primo matrimonio ebraico ortodosso a Dubai

Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, ha ospitato questa settimana per la prima volta un matrimonio ebraico ortodosso, dopo la normalizzazione dei rapporti con Israele giunta a seguito della firma – lo scorso settembre – degli Accordi di Abramo. La coppia, che secondo quanto riferisce oggi il quotidiano emiratino “The National” è originaria di New York, negli Stati Uniti, ha celebrato il matrimonio in un albergo della città emiratina, con la partecipazione di circa 150 invitati.

Continua a leggere

Redazione Agenzia Nova, www.agenzianova.com
La “Fratellanza Musulmana” in Occidente… La strategia della “ragnatela”

Gli attentati di “Charlie Hebdo” del 7 gennaio 2015, allo Stade de France e il massacro del teatro Bataclan il 14 novembre 2015, il travolgimento a Nizza il 14 luglio 2016 e altri atti di questo tipo, erano più che sufficienti per mettere sul tavolo il dossier dell’Islam politico in Francia e in altri paesi occidentali.

Continua a leggere

Fahd Suleiman Al-Shaqira, arabpress.eu
L’Egitto dispiega truppe in assetto da combattimento al confine con la Libia

Il capo di Stato maggiore delle Forze armate egiziane, generale Mohamed Farid, ha assistito “al dispiegamento del personale dell'Esercito in assetto da combattimento ai confini occidentali con la Libia”. Lo ha detto il portavoce militare egiziano, generale Tamer el Rifae, in una dichiarazione sulla sua pagina ufficiale Facebook. La visita rientra “nel quadro del piano del Comando generale per seguire le misure e le procedure adottate per proteggere i confini in tutte le direzioni strategiche”

Continua a leggere

Redazione Agenzia Nova, www.agenzianova.com
I rischi della nuova instabilità in Etiopia

Nell’ottobre del 2019 Abiy Ahmed Ali, primo ministro dell’Etiopia, è stato insignito del premio Nobel per la pace «per i suoi sforzi nel raggiungere la pace e la cooperazione internazionale, e in particolare per le sue iniziative decisive per risolvere i conflitti lungo il confine con l’Eritrea». Il premier, in carica da poco più di un anno e mezzo, era già considerato “il volto del rinnovamento”, una speranza per il futuro democratico del Paese. Il più giovane leader del continente ‒ 44 anni ‒ all’inizio del suo mandato aveva rilasciato migliaia di prigionieri politici, rimosso il divieto alla creazione di nuovi partiti, licenziato i funzionari carcerari accusati di violazione dei diritti umani e, soprattutto, favorito l’accordo di pace con l’Eritrea del luglio del 2018 che ha messo fine a vent’anni di conflitti e tensioni tra i due Stati.

Continua a leggere

Michela Mercuri, www.treccani.it
LETTURE CONSIGLIATE

A tu per tu con il mondo. Educarci al viaggiare interculturale nel tempo dei muri

2020

Giuseppe Milan

Continua a leggere


L’ombra del nemico. Una storia del terrorismo islamista

2020

Marta Serafini

Continua a leggere


Arabpop. Arte e letteratura in rivolta dai paesi arabi

2020

a cura di Chiara Comito e Silvia Moresi

Continua a leggere


La Fila

2018

Basma Abdel Aziz

Continua a leggere


Gli impuniti

2018

Carla Del Ponte

Continua a leggere


LA RETE

L'associazione "Incursioni di pace - Rete Progetto Pace Vicenza", nasce dall'iniziativa di un gruppo di docenti, studenti ed ex studenti dei seguenti Istituti Superiori dell'Ovest Vicentino
Continua a leggere