Notizie in evidenza

Le profiler degli estremisti - Gaja Pellegrini-Bettoli
«Il Libano è un paese che soffre ancora di traumi», dice Maya Yamout. «Un mio compagno di università, uno studente di fisica e matematica nato in una famiglia molto agiata di Beirut, iniziò a isolarsi da tutto e a rifiutare di incontrare me e gli altri amici. Alcuni mesi dopo apprendemmo che si era unito allo Stato Islamico in Siria. Ecco, il lavoro della nostra ONG consiste nel tentare di capire quali sono le diverse ragioni che possono condurre una persona al radicalismo».

Continua

Pubblicato il 28/06/2017

Massimo Campanini: la disinformazione sull’Islam e sul Califfato - Amani Sadat
La maggior parte delle persone oggi sa di Islam solo quello che legge sui giornali o sentono dire sui mass media. Senza mai aver letto una riga di islam o di teologia islamica c’è chi ravvisa nell’Islam deficit di ogni tipo, spesso anche in buona fede perché influenzati da pregiudizi moderni.

Continua

Pubblicato il 28/06/2017

Perché il conflitto siriano non è più una guerra civile - Samantha Falciatori
Nonostante il conflitto siriano non sia più da anni una guerra civile, è questa la definizione più comune, tanto nel discorso mediatico quanto in quello politico, data erroneamente al conflitto. Quello che ad una lettura superficiale può sembrare una questione lessico-giuridica, in realtà nasconde delle implicazioni significative. Non a caso il primo articolo di questa rubrica dedicata alla Siria riguardava proprio le origini e le fasi del conflitto, fasi tra le quali la guerra civile è stata, sorprendentemente, quella più breve.

Continua

Pubblicato il 28/06/2017

«Tu non ucciderai». Ripensare l'Europa con Lévinas - Marco Dotti
Che cos’è l’Europa? L’Europa, scriveva Emmanuel Lévinas, è «la Bibbia e i Greci». L’Europa è la sfida dell’unicità. Solo l’unico, osservava il filosofo ebreo franco-lituano, «è assolutamente altro». Senza unicità, non si instaura alcuna alterità, alcun rispetto.

Continua

Pubblicato il 25/06/2017

La banalità dell'orrore: quei ragazzi in viaggio verso il jihad - Marco Dotti
Chi sono i ragazzi che si uniscono all'Isis e cosa li spinge a partire lasciandosi tutto alle spalle, anche l'amore delle madri, delle fidanzate, dei fratelli, per fare la guerra agli infedeli? Un viaggio di Anna Migotto e Stefania Miretti in Tunisia, il Paese più toccato da questa catastrofe generazionale. Le voci dei ragazzi che all'Europa preferiscono Raqqa raccontano la banalità dell'orrore, ma anche il vuoto di senso di generazioni lasciate senza futuro e senza speranza, vittime di una promessa tradita.

Continua

Pubblicato il 25/06/2017

Turkish schools to stop teaching evolution, official says - ​Kareem Shaheen and Gözde Hatunoğlu
Evolution will no longer be taught in Turkish schools, a senior education official has said, in a move likely to raise the ire of the country’s secular opposition. Alpaslan Durmuş, who chairs the board of education, said evolution was debatable, controversial and too complicated for students. “We believe that these subjects are beyond their [students] comprehension,” said Durmuş in a video published on the education ministry’s website.

Continua

Pubblicato il 23/06/2017

Trump e la vecchia guerra Afghana, quale sarà la nuova strategia? - Giuliano Battiston
«Attualmente non stiamo vincendo in Afghanistan, ma rimedieremo il prima possibile». Così ha dichiarato il segretario alla Difesa Usa, James Mattis, in una recente audizione al Senato. È un giudizio insolitamente esplicito, che fa seguito a quello del generale John Nicholson, a capo delle truppe statunitensi e della Nato in Afghanistan, per il quale la più lunga guerra combattuta dagli Stati Uniti si è trasformata in uno «stallo».

Continua

Pubblicato il 23/06/2017

Kasai: un genocidio silenzioso - Raffaele Masto
Sono sempre più drammatiche le notizie che arrivano dalla provincia congolese del Kasai. Si parla di migliaia di morti, fonti autorevoli stimano addirittura già decine di migliaia di vittime. Sono già state scoperte una quarantina di fosse comuni, altrettanti villaggi sarebbero stati dati alle fiamme e distrutti. Tutto questo in un inspiegabile silenzio internazionale.

Continua

Pubblicato il 22/06/2017

Psychologists Open a Window on Brutal C.I.A. Interrogations - Sheri Fink and James Risen
Fifteen years after he helped devise the brutal interrogation techniques used on terrorism suspects in secret C.I.A. prisons, John Bruce Jessen, a former military psychologist, expressed ambivalence about the program. He described himself and a fellow military psychologist, James Mitchell, as reluctant participants in using the techniques, some of which are widely viewed as torture, but also justified the practices as effective in getting resistant detainees to cooperate.

Continua

Pubblicato il 22/06/2017

Chi sono quelli in piazza contro lo Ius soli - Giovanni Drogo
Saluti romani, slogan contro l’invasione e la sostituzione etnica, manganellate e folla dispersa con gli idranti. Questa la cronaca delle proteste di Casa Pound e Forza Nuova davanti al Senato dove si stava svolgendo la discussione sulla legge per lo Ius Soli. La Digos ha identificato e denunciato 64 attivisti di Forza Nuova che hanno preso parte alla manifestazione non autorizzata. A loro carico una denuncia per resistenza a Pubblico Ufficiale, istigazione a disobbedire alle leggi e apologia di fascismo.

Continua

Pubblicato il 22/06/2017

Muslims 'absolutely' the group most victimized by global terrorism, researchers say - Micheal Edison Hayden
This week's terrorist attack targeting people leaving a London mosque after Ramadan prayers is part of a wider phenomenon, in which Muslims are the most affected by terrorism around the world, researchers told ABC News... researchers from the National Consortium for the Study of Terrorism and Responses to Terrorism (START), a research and education center at the University of Maryland, believe that Muslims are in fact the most likely victims of terrorism worldwide.

Continua

Pubblicato il 22/06/2017

Ius Soli, ovvero quando le bufale diventano leggende. Tutte le falsità sul Disegno di Legge - Vittoria Patanè
Lo ius soli è diventato l’argomento del momento. Dal Parlamento il dibattito si è spostato sui social network, scatenando come da tradizione gli istinti più beceri della popolazione, spesso fomentata ad hoc dalle parole pronunciate da politici zelanti che cercano di sfruttare e veicolare la rabbia dei cittadini con scopi puramente propagandistici ed elettorali.

Continua

Pubblicato il 20/06/2017

Officials: 17-year-old Muslim girl assaulted and killed after leaving Virginia mosque - Faiz Siddiqui, Julie Zauzmer
The death of a Virginia teenager who police say was assaulted and then disappeared after leaving a mosque in the Sterling area isn't being investigated as a hate crime, authorities said Monday. On Sunday, police found the girl’s remains and a 22-year-old man has been charged with murder in connection with the case.

Continua

Pubblicato il 19/06/2017

'Hero' imam praises group that saved Finsbury Park suspect from angry crowd - Damien Gayle and Alice Ross
An imam hailed as a hero for preventing bystanders from attacking the suspected Finsbury Park mosque attacker has praised the “calm and collected” group who helped him keep the peace. Mohammed Mahmoud, an imam at the Muslim Welfare House, arrived shortly after the suspect was wrestled to the ground.

Continua

Pubblicato il 19/06/2017

19 vittime del terrorismo su 20 sono musulmane - Stefano Colombo
In occidente c’è un grosso problema di comunicazione riguardo al terrorismo. Londra è stata colpita da un nuovo attentato. Ieri sera, un terrorista è piombato con il suo furgone sulla folla in uscita dalla moschea di Finsbury Park. Dopo la strage di Nizza dello scorso anno, furgoni e camion sembrano essere diventati l’arma preferita dei terroristi di ogni ideologia — in effetti è più facile procurarsi una patente che un mitra. A Londra, è il terzo attentato con queste modalità nel giro di un mese.

Continua

Pubblicato il 19/06/2017

Thanks to the internet, anyone can impersonate an ICE officer - Gabriela Del Valle
The Department of Homeland Security plans on hiring 15,000 new immigration agents to increase its presence in local cities, keeping pace with Donald Trump’s desired deportation mandate. But as immigrant communities brace for a new wave of Immigration and Customs Enforcement officers, a disturbing new trend has emerged: people are buying fake ICE gear online, from T-shirts and hats to official-looking badges and jackets, and posing as officers.

Continua

Pubblicato il 17/06/2017

«Siamo l'ultima generazione prima che sia troppo tardi» -
Ai ministri presenti al G7 Ambiente di Bologna lo scorso 9 giugno i rappresentanti delle più grandi religioni del mondo hanno consegnato la Carta dei Valori e delle Azioni, un richiamo all’importante ruolo delle religioni nella difesa del pianeta e alla necessità della collaborazione con la politica.

Continua

Pubblicato il 16/06/2017

Isis, la stampa siriana: “Il califfo al Baghdadi non comanda più. Il potere ad un comitato di 12 persone” - Shady Hamadi
Il 'comitato di negoziazione' , secondo il giornalista siriano Hamad al Ramadan, direttore di Euphrates Post, sarebbe stato formato proprio a causa delle varie sconfitte sul campo che hanno accentuato i problemi all'interno dello Stato Islamico e per questo le figure più importanti, nascoste dietro le quinte per molto tempo, hanno preso in mano le redini del comando.

Continua

Pubblicato il 16/06/2017

Il rispetto che manca verso una legge di civiltà - Vladimiro Zagrebelsky
Ciò che stupisce e anche indigna è che in Senato si venga alle mani per impedire la discussione di un progetto di legge che riguarda il riconoscimento della cittadinanza italiana anche a qualcuno che non è figlio di genitori italiani. Si chiama ius soli, ma come ora accade spesso nelle nostre leggi, non vuol dire quel che significa. Infatti la legge non prevede che si sia italiani, qualunque sia la nazionalità dei genitori, per il solo fatto di nascere in territorio italiano.

Continua

Pubblicato il 16/06/2017

Le intercettazioni dei dialoghi razzisti dei carabinieri di Aulla - Redazione Giornalettismo.com
Carabinieri della Lunigiana, nuove intercettazioni sugli 8 militati sottoposto a misure cautelari per presunte violenze compiute contro i fermati evidenziano un quadro molto più inquietante. Nei dialoghi tra i carabinieri emergono pesantissime offese razziste verso i migranti, i neri, con esaltazione delle violenze contro di loro. Parole gravissime, che rendono indifendibili dal punto di vista politico, come fatto dal sindaco di Aulla, i militari anche se fossero poi ritenuti innocenti dalle grave accuse per cui son stati indagati.

Continua

Pubblicato il 16/06/2017

ARCHIVIO NOTIZIE
TORNA ALL'INIZIO

Galleria Immagini

Administrator

Contatti

Prof.ssa Marta Gallo
Presidente

Telefono: +39 349 574 3544
E-mail: [email protected]
This template downloaded form free website templates