NOTIZIE IN EVIDENZA

QAnon, ovvero il complottismo elevato all’ennesima potenza

Il web ci ha abituati a complottismi di varia natura. O meglio, diciamo che i social hanno avuto il (de)merito di fare da cassa di risonanza ai complottari. Il complottismo, infatti, non è certo un fenomeno recente. Fa parte della natura umana, ma ci sono delle sue forme che vanno decisamente oltre, come nel caso che vi stiamo andando a illustrare. Vi parliamo un gruppo complottista nato negli Stati Uniti d’America e che, forse “grazie” all’emergenza Covid, si sta rapidamente espandendo anche al di fuori degli States, Italia compresa.

Continua a leggere

Redazione Analfabetifunzionali.it, www.giornalettismo.com
Il rischio di recidiva degli ex detenuti jihadisti europei

Una recente analisi pubblicata dal CTC Sentinel, la rivista del Combating Terrorism Center di West Point pone l’attenzione sul tema della pericolosità dei detenuti per reati connessi al jihadismo e al terrorismo di matrice islamica al termine della loro pena. Dallo studio, condotto dai ricercatori Robin Simcox e Hannah Stuart, emerge che, sebbene la recidiva del terrorismo interessi meno del 5% dei terroristi condannati e poi rilasciati, anche un piccolo numero di recidivi costituisce una minaccia molto seria nel breve e nel lungo termine.

Continua a leggere

Redazione Osservatorioreact.it, www.osservatorioreact.it
La “vacanza” dei volontari a Lesbo. Per “un futuro diverso”

Da oggi fino a tutto agosto oltre 150 volontari della Comunità di Sant’Egidio, provenienti da diversi Paesi europei, passeranno a turno una “vacanza alternativa” con i profughi residenti a Lesbo. “Per non dimenticare e aprire la via ad un futuro diverso”, spiega l’organizzazione.

Continua a leggere

Redazione Redattore Sociale, www.redattoresociale.it
Inside the Iraqi Kleptocracy

Early last October, while working in his office in Baghdad, a businessman named Hussein Laqees got a phone call from a number he’d never seen before. “We need to talk,” the caller said. The man’s voice was gruff and self-assured, a little menacing. He demanded that Laqees come meet him but refused to give his name.

Continua a leggere

Robert F. Worth, www.nytimes.com
Decreto missioni: più Africa per l’Italia

L'obiettivo Sahel, «considerato area strategica prioritaria per gli interessi nazionali». Il decreto afferma la necessità di un ulteriore coinvolgimento militare dell’Italia in questa zona dell’Africa. In concreto, tale impegno dovrebbe tradursi nella partecipazione di personale militare italiano alla missione Takuba (nata su iniziativa francese) con il dispiegamento di 200 militari italiani e 20 mezzi terrestri nella regione di confine tra Mali, Niger e Burkina Faso con compiti di supporto agli eserciti della forza multinazionale G5 Sahel (Mali, Niger, Ciad, Mauritania e Burkina Faso) e delle forze speciali nel cosiddetto «contrasto al terrorismo di matrice jihadista».

Continua a leggere

Valentina Giulia Milani, www.africarivista.it
La cultura dell’emergenza. E perché è un problema

La discussione sulla proroga dello stato di emergenza in Italia mostra quanto la cultura dell’eccezionalità sia ormai diventata pervasiva e potente, al punto che ci siamo sostanzialmente assuefatti ad essa. Il presidente del consiglio butta lì, con sconfortante nonchalance, in una chiacchierata con la stampa, che chiederà la proroga dei suoi poteri fino al 31 dicembre – altri 5 mesi! – senza che nemmeno gli passi per la testa che dovrebbe doverosamente informare, prima, il parlamento. E i più si adeguano. I partiti sostenitori del governo, ovviamente, buona parte dei media, ma soprattutto dei cittadini.

Continua a leggere

Stefano Allievi, stefanoallievi.it
Germania, il governo approva un piano nazionale per combattere la disuguaglianza di genere

Mercoledì il gabinetto federale della Germania ha adottato per la prima volta un piano a livello nazionale per la parità di genere nel paese, con interventi sui tempi di vita e lavoro e rappresentanza delle donne nelle posizioni di vertice e manageriali e nella politica. Si tratta di «un impegno comune del governo tedesco sulla parità», ha dichiarato in conferenza stampa la ministra per la Famiglia Franziska Giffey, che ha spiegato come tutti i dipartimenti e l'intero esecutivo siano coinvolti nel piano e dovranno tenere conto della parità di genere, non solo il suo dicastero: «Solo così possiamo assicurare che l’uguaglianza non sia più vista come una questione che riguarda solo il ministero per le Donne, ma che sia qualcosa che riguarda tutti i ministri».

Continua a leggere

Redazione Valigiablu.it, www.valigiablu.it
Risultati di ricerca Risultati web La violenza di Israele sulla Palestina è inaccettabile. L ...thevision.com › attualita › annessione-cisgiordania-israele La violenza di Israele sulla Palestina è inaccettabile. L'annessione della Cisgiordania va impedita

La ripresa della pandemia in Medio Oriente ha bloccato per il momento il processo di annessione della Cisgiordania da parte di Israele, che nell’accordo di governo di aprile tra i conservatori (Likud) di Benjamin Netanyahu e i centristi (Blu e Bianco) di Benny Gantz sarebbe dovuto iniziare il primo luglio 2020. Nulla si è ancora mosso, per fortuna: se il parlamento israeliano avesse votato l’estensione unilaterale della sovranità israeliana “fino a circa il 30% del territori palestinesi occupati nella West Bank”, come vorrebbe il premier Netanyahu stando ad alcune indiscrezioni rivelate da un ufficiale israeliano anonimo al sito Axios, la comunità internazionale sarebbe arrivata ancora una volta tardi per impedirlo.

Continua a leggere

Barbara Ciolli, thevision.com
‘Most Arab leaders are indifferent to annexation plan’

The majority of Arab leaders have conveyed messages to Israel that they are indifferent to the annexation of Palestinian land in the occupied West Bank. The claim has been made by Israel Hayom, a newspaper which is known for being close to Prime Minister Benjamin Netanyahu. Saying that it obtained information from political parties in Israel which confirm this claim, the newspaper pointed out that the leaders of Arab countries, including Egypt, Saudi Arabia and some Gulf States, are making domestic preparations in case it is necessary to respond to popular protests about annexation.

Continua a leggere

Redazione Middleeastmonitor.com, www.middleeastmonitor.com
Quanto guadagnano i social network dallo scetticismo sui vaccini?

Un nuovo report della Ong britannica Center for Countering Digital Hate (CCDH) denuncia come la pandemia sia stata una stagione positiva non solo per i complottisti, ma per la vasta industria che lucra sui timori e le paure delle persone comuni. Il report è accompagnato da un sondaggio commissionato a YouGov, che rileva, per il Regno Unito, numeri che fanno paura: un cittadino su sei, sul campione esaminato, si dice contrario a vaccinarsi, e altrettanti dicono di non aver ancora deciso. Se anche queste persone dovessero essere radicalizzate in senso scetticista si arriverebbe a un terzo di persone che rifiuta il vaccino — una minaccia evidente allo sforzo per la vaccinazione, che sarà necessario per porre definitivamente un freno al contagio.

Continua a leggere

Alessandro Massone, thesubmarine.it
LETTURE CONSIGLIATE

L’ombra del nemico. Una storia del terrorismo islamista

2020

Marta Serafini

Continua a leggere


Arabpop. Arte e letteratura in rivolta dai paesi arabi

2020

a cura di Chiara Comito e Silvia Moresi

Continua a leggere


La Fila

2018

Basma Abdel Aziz

Continua a leggere


Gli impuniti

2018

Carla Del Ponte

Continua a leggere


Porti ciascuno la sua colpa

2019

Francesca Mannocchi

Continua a leggere


LA RETE

L'associazione "Incursioni di pace - Rete Progetto Pace Vicenza", nasce dall'iniziativa di un gruppo di docenti, studenti ed ex studenti dei seguenti Istituti Superiori dell'Ovest Vicentino
Continua a leggere